COMUNICATO STAMPA SECONDO CONGRESSO PANELLENICO DI EPAM

“DEMOCRAZIA IN PRATICA”

Il Fronte Popolare Unito (EPAM) e il segretario generale del Fronte, D.Kazakis, si pregiano invitarvi al 2o Congresso Panellenico di EPAM, che avra’ luogo ad Atene, il 31 maggio, venerdi, e ore di inizio, 16:00, al CINE KERAMIKOS, via Keramikou 58 & Marathonos, Stazione METROPOLITANA METAXOURGIO o ΟΜΟΝΟΙΑ.

Il Congresso, che consiste l’istituzione superiore del Fronte e che si svolge ogni anno, dura tre giorni e sara’ concluso il 2 giugno, Domenica, con la elezione delle Istituzioni del Fronte. I congressisti, eletti dai “nuclei” (le collettivita’ locali) di EPAM, fondati e attivi in tutta la Grecia, sono incaricati della elaborazione della strategia del Fronte e della politica delle Collaborazioni. Al Congresso sono invitati i partiti parlamentari, tranne quelli che consistono il governo tripartitico e l’Alba Dorata, Movimenti nostrani e dall’estero, associazioni e fondazioni, rappresentanti di Ambasciate, personalita’ del Paese, ecc.

Cosa e’ e cosa vuole il Fronte Popolare Unito

Se si dovesse dire in poche parole cosa e’ e cosa vuole Il Fronte Popolare Unito (EPAM) si direbbe che riflette il tentativo di esser avviata la piu’ ampia collaborazione possibile del popolo greco, la quale superi le linee divisorie delle ideologie e delle identita’ di partito al suo interno ai sensi di alcune mete immediate per il rovesciamento della situazione attuale e per l’aprire della strada per un percorso totalmente diverso del Paese. L’obiettivo di EPAM e’ di rivendicare tutto cio’ che hanno privato dal popolo greco e dal Paese il regime della servitu’ del debito imposto dalla TROIKA e dell’oligarchia politicoeconomica nostrana.

Portare a giudizio e condannare i boia del popolo greco, i traditori e i responsabili del fallimento attuale.
NON riconoscere il debito pubblico e cessare il pagamento dei debiti usurari ed abusivi.

Liberare il Paese dalla follia dell’euro e con il ritorno alla moneta sovrana avere il controllo della sua economia.

Νazionalizzare i vertici del sistema finanziario, le infrastrutture e i motori dello sviluppo piu’ importanti al fine di esser affrontata la recessione economica ed aprire la strada per la ricostruzione economica del Paese.

Valorizzare tutte le possibilita’ dell’economia universale e delle relazioni internazionali con tutti i popoli e gli Stati in base della liberta’ degli scambi e dei benefici reciproci, contro la monopolizzazione della tecnologia e del mercato dale multinazionali, contro i limiti imposti dalle organizzazioni nazionali e dalle «integrazioni economiche» dei potenti e dei mercati.
Infine imporre la democrazia con il garantire della sovranita’ e dell’indipendenza nazionali.

Il programma dei 100 giorni di un governo Fronte Popolare Unito

Per il Fronte e’ ovvio che in questo contesto parlamentare non puo’ esistere una soluzione democratica a favore dei cittadini. Neache procedere ad un cambiamento radicale. Il motivo e’ semplice: i governanti hanno fatto introdurre nel diritto interno del Paese tutti gli impegni piu’ importanti per i prestatori e l’eurozona rendendo cosi’ il Paese vulnerabile alle pressioni, ricatti, in piu’ agli interventi sopra e dall’esterno.

Solo con il rovesciamento del regime presente, degli impegni e degli accordi si puo’ avere un cambiamento di percorso. E cio’ puo’ succedere solo con la maggioranza dei cittadini greci costringendo il governo alle dimissioni e allo scoglimento del parlamento al fine di esistere un governo temporaneo, straordinario, che potremmo chiamarlo Commissione di Salvezza Nazionale che avra’ come sua missione l’interruzione della continuita’ dello stato ed aprire la strada per una nuova formazione politica e statale del popolo sovrano.
Questo si puo’ fare solo in termini democratici e seguendo un solo modo: la convocazione di Assemblea Nazionale Costituzionale e la votazione di una Costituzione nuova, che ridefinisca a base zero tutte le relazioni all’interno e all’estero del popolo greco.

Il Fronte Popolare Unito ha presentato un anno fa, un piano dettagliato delle prime 25 misure da seguire i primi 100 giorni dopo il cambiamento politico.

Dal Servizio Stampa di EPAM
2o_synedrio

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s