DISOCCUPAZIONE GIOVANILE, UNA PIAGA DI PROPORZIONI GLOBALI

‘Gioventù’ e ‘impiego’: due parole che, dopo la crisi economica, stanno diventando sempre più antitetiche. A certificarlo arrivano le stime dell’Organizzazione mondiale del lavoro: alla fine del 2013 i disoccupati tra i 15 e i 24 anni in tutto il mondo saranno oltre 73 milioni. Praticamente, la popolazione dell’intera Turchia.

Un problema che tocca soprattutto le economie avanzate e l’Unione Europea: tra il 2008 e il 2012 il numero di ragazzi senza lavoro è cresciuto di oltre 2 milioni. La dinamica ha portato tanti ad abbandonare la ricerca e, nei Paesi dell’area Ocse, è aumentata la percentuale dei cosiddetti “Neet”, i giovani che non studiano né lavorano.

Il quadro, però, non è del tutto omogeneo se si guarda allo spaccato dei singoli Paesi: le misure di austerity imposte dai piani di salvataggio internazionali hanno fatto schizzare i livelli di Grecia, record assoluto con il 64,2%, Spagna (55,9%) e Portogallo (38,3%). All’interno dell’eurozona, dove la media Eurostat si attesta al 24%, si nascondono realtà molto distanti: c‘è quella italiana, ad esempio, dove i giovani disoccupati sono il 38,4% e quella tedesca, dove siamo solo al 7,6%.

Anche nei casi in cui il lavoro si trova poi l’allarme lanciato dall’Organizzazione mondiale del lavoro riguarda la crescente incongruenza tra domanda e offerta: nella maggior parte dei casi i giovani di trovano a fare lavori per cui sono troppo o troppo poco preparati. Una perdite per loro, certamente, ma anche per la società che non ne mette a frutto il potenziale produttivo.

(FONTE : http://it.euronews.com/2013/05/28/disoccupazione-giovanile-una-piaga-di-proporzioni-globali/)

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s