COMUNICATO STAMPA : Distruzione di armamenti chimici nel Mediterraneo

La segreteria politica di EPAM esprime la sua profonda preoccupazione per la dΙstruzione  degli armamenti chimici di  Assad tramite il sistema di idrolisi che si svolgerà nel Mediterraneo. Poiché questa è la prima volta nella storia dell’umanità che viene tentata la distruzione di un arsenale chimico a bordo con questo sistema, ci sono giustificati timori di conseguenze disastrose per l’intero Mediterraneo in caso di incidente e di dispersione di rifiuti chimici .

Questo problema riguarda tutti i popoli e paesi del Mediterraneo,  che quindi devono essere mobilitati immediatamente per allontanare il processo  e i rischi che esso implica per il Mediterraneo.

EPAM invita tutti gli Stati del Mediterraneo a fare un appello agli organi competenti delle Nazioni Unite (Consiglio di Sicurezza, l’UNEP, ecc) per fermare questo processo pericoloso prima che sia troppo tardi.

EPAM infine  ritiene che la distruzione degli armamenti chimici  sia responsabilità degli  Stati che hanno fornito Siria di armi chimici o di materiali chimici che le hanno consentito di costruirli.

Sul territorio di questi Stati deve essere operata la  distruzione degli armamenti e non nel Mediterraneo.

Atene 17 Febbraio 2014

La segreteria politica di EPAM

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s