EPAM SUL COINVOLGIMENTO DELLA GRECIA NELLA CRISI UCRAINA

DICHIARAZIONE

Il Fronte Popolare Unito (EPAM) denuncia l’impegno senza pretesti del regime di Atene di coinvolgere direttamente la Grecia ai progetti opportunistici della NATO e dell’UE in Ucraina.

Mentre all’interno del paese il governo sembra essere un persecutore feroce del fascismo, all’estero collabora pienamente e accetta senza alcuna esitazione come partner alla pari una banda di criminali neo-nazisti, purché servino gli interessi dell’UE e della Germania.

Il cosiddetto Vice Primo Ministro e Ministro degli Affari Esteri del gοverno­­-burattino del regime di Atene  si precipitò prima di chiunque altro a legittimare con la sua presenza a Kiev, in qualità di rappresentante dell’Unione europea e non come rappresentante della Grecia, il golpe neo-nazista  finanziato ed orchestrato all’estero.

Egli non ha nascosto la sua  gioia per la decisione dei neo-nazisti Ucraini di portare avanti la procedura di associazione UE-Ucraina firmando gli Accordi di Associazione e di Stabilizzazione,  diventando fervente predicatore degli interessi della Germania e del capitale finanziario europeo, non solo in Grecia ma in qualsiasi altro luogo in cui i suoi capi gli dicono di andare.

Ha persino dichiarato che la Grecia è pronta ad assistere l’Ucraina con il suo ‘know-how’, promuovendo da bravo agente  la ‘soluzione FMI’ : “Siamo pronti a trasmettere le nostre proposte e punti di vista su come la comunità internazionale potrebbe aiutare Ucraina con la partecipazione del FMI, e non solo . La mia proposta è che è imperativo che sia tenuta una conferenza internazionale su questo tema al fine di elaborare immediatamente una piattaforma. Naturalmente la Grecia attraverso la sua esperienza di crisi che ha attraversato e sta ancora vivendo, è pronta ad offrire il proprio know-how all’Ucraina ”

In piena coscienza, il regime di occupazione di Atene, attraverso il suo vice primo ministro e  ministro degli esteri sta sabotando i nostri interessi nazionali vitali, voltando la Grecia contro la Russia e contro i suoi interessi nella  regione del Mar Nero, in un momento in cui i nostri interessi nazionali avrebbero dovuti essere gestiti con la massima attenzione, data la situazione in Cipro, in’Egeo e in Tracia.

EPAM invita ogni cittadino greco democratico, ogni patriota greco ad unirsi contro il regime di occupazione che non esita di cedere il paese  a feudatari stranieri, prima che noi sperimentiamo un’altra tragedia nazionale e lo smantellamento del nostro paese.

Atene, 02/03/2014

La Segreteria politica di EPAM

traduzione  EPAM INTERNATIONAL

 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s