Dichiarazione-Impegno per il popolo Greco-Luglio 2016

5a Conferenza di EPAM-Dichiarazione-Impegno per il popolo Greco-Luglio 2016

La Fronte Popolare Unita (EPAM) 

Tenendo conto:

A. Le disposizioni della Costituzione Greca del 1975, in vigore ed, in particolare: gli Articoli 1 (verso 1), 110 (verso 3), 50 e 120 (versi 3 e 4), che tutelano la principio democratico, l’Articolo 1 (versi 2 e 3), con i quali si sancisce il principio della sovranità popolare, l’Articolo 51 (verso 3) sul diritto di voto, l’Articolo 52 che garantisce la libera espressione e genuina volontà popolare, l’Articolo 29 sul riconoscimento dei Partiti politici,

B. Le disposizioni Costituzionali che sanciscono come obbligo primario dello Stato di rispettare e proteggere la dignità umana, Articolo 2 (verso 1), e la salvaguardia dello Stato Sociale, Articolo 25 (verso 1),

e constatando che:

Le quanto sopra disposizioni Costituzionali, cosi come tutte le disposizioni Costituzionali che garantivano diritti individuali e sociali e liberta’ Costituzionali, a partire dal anno 2010 in poi, sono state continuamente ed incessantemente violate da parte delle Istituzioni responsabili per la loro realizzazione,

In particolare, i Parlamentari, Ministri e funzionari del governo dei Partiti politici che sono emersi nel potere dagli elettori negli ultimi sei anni, hanno ingannato sistematicamente il popolo, perché non solo non hanno mantenuto i loro programmi elettorali in base ai quali vennero eletti, ma usurpando la loro capacità come organi dello Stato Greco hanno proceduto alla ratifica e la firma di Accordi di tipo coloniale, coinvolgendo lo Stato Greco in condizioni di occupazione economica, politica e giuridica, ignorando il verdetto del popolo al referendum del 5 luglio 2015, hanno rovesciato la sovranità popolare con la seguente Legge n. 4336/2015, visto che esplicitamente il potere legislativo della Camera Parlamentare Greca dipende da Istituzioni estranee (IMF, ECB, EU, ESM). 

In considerazione di quanto sopra, La Fronte Popolare Unita (EPAM) si commette davanti al popolo Greco che:

Nel caso che viene selezionata ad emergere al potere, procederà immediatamente alla realizzazione di quelli che sono gli impegni programmatici, come si specificano nel programma politico, ossia:

  1. Stabilire un nuovo Anniversario Nazionale per il popolo Greco, in data 26 Gennaio, dove nel 1828 Ioannis Kapodistrias ad Egina ha fatto il giuramento come primo Governatore della Grecia, selezionato dal popolo Greco. Il 26 Gennaio sarà il giorno dell’Indipendenza Greca. Simbolo che il Paese sta cambiando pagina e lo Stato Greco ristabilisce come indipendente e sovrano per il suo popolo.
  1. Denunciare allla Comunità Internazionale che il debito Nationale è del tutto illegale ed abusivo ai sensi delle norme del Diritto Internazionale e che e’ stato utilizzato dagli Istituti di credito per applicare al popolo Greco politiche di genocidio, calpestare i Diritti Umani in Grecia e mettere tutto il Paese sotto occupazione, per saccheggiarlo.
  1. Avviare procedimenti penali contro coloro che hanno rovesciato la Costituzione Greca, usurpato i poteri a norma dell’Articolo 120(verso 3) della Costituzione ed hanno commesso reati di alto tradimento ai sensi dell’articolo 134 del Codice Penale, per far rispettare l’occupazione signatoria della Grecia.
  1. Creare un Governo democratico sotto il controllo dei cittadini, il quale dovra’ ricorrere al parere del popolo Greco per questioni crittiche e scelte importanti, tramite referendum dai risultati assolutamente vincolanti. Il nuovo Governo si commettera’ a promuovere un referendum ogni volta che gli stessi cittadini lo vogliono, con la raccolta di almeno 300.000 firme.
  1. Abolire la totalita’ delle Leggi e Regolamenti del Memorandum, dal 2010 fino ad oggi, insieme a tutti gli impegni a spese del popolo Greco ed il Paese, imposti da parte dei finanziatori e delle cosiddette Istituzioni, l’UE, ECB, IMF.
  1. Abolire la totalita’ delle tasse abusive e confiscanti sui beni immobili ed il reddito. Abolire i depositi futuri d’imposta, i pressupposti fiscali e tutte le altre impostazioni per “l’oggettivazione” delle tasse. Ridurre drasticamente l’IVA a metà livello di quanto lo sia oggi. Cancellare tutti i debiti al’Ufficio delle Imposte creati da debolezza di pagamento.
  1. Eliminare tutti i debiti privati a banche, fondi di Investimento (funds) e fondi Pensione, delle famiglie, degli agricoltori, dei piccoli e medi imprenditori.
  1. Mettere a liquidazione in operazione le cosidette Banche sistemiche, cosi da essere esplorati in tutta la loro ampiezza e profondità le ricapitalizzazioni, gli intrecci con il riciclaggio di “denaro sporco” e le dubbie concessioni di credito, per cui la Giustizia Penale trovera’ i responsabili.
  1. Assicurare i depositi bancari dei cittadini Greci contro politiche di sperpero a favore delle banche, ma anche compensare i risparmiatori e gli obbligazionisti che sono stati “ritagliati” contro la loro volontà.
  1. Ripristinare e rimediare tutte le ingiustizie contro i cittadini dalle impostazioni del Memorandum, restituire le proprietà vendute ad aste fiscali/fondi Pensione/fondi di Investimento (funds)/bancarie ai legittimi proprietari.
  1. Ripristinare gli stipendi e le pensioni ai livelli prima dell’epoca Memorandum. Ripristinare il regime di contrattazione collettiva di lavoro ed istituituire una struttura prottetiva rigida in materia di lavoro, contro qualsiasi impunità. Consolidare per Legge dello Stato lo stipendio minimo per tutti al di sopra del livello della soglia ufficiale di povertà. Proteggere i salari ed i diritti dei nuovi entranti nel mercato di lavoro.
  1. Stabilire un Sistema Sanitario Nazionale e di istruzione pubblica veramente gratuiti, in cui tutti i cittadini avranno accesso in base alle loro esigenze ed indipendentemente dalla loro capacità finanziaria.
  1. Rinazionalizzare, senza indennizzo, come proventi di reato contro il popolo Greco e lo Stato, tutti i beni pubblici e comunali assegnati ad interessi privati sotto lo stato di fondi dal Memorandum.
  1. Avviare le procedure sulla base della sovranità popolare per l’adozione di una nuova Costituzione democratica, in cui si restituiscono tutti i diritti civili violati e si assicura che mai in futuro non ci sarà possible per alcun potere esecutivo di distruggere le basi della democrazia, così che le Istituzioni del Paese non saranno mai più indifese contro interessi illegittimi.

La E.PA.M, pienamente consapevole della gravità del giuramento dato dai Parlamentari ai sensi dell’articolo 59 della Costituzione: “Giuro nel nome della Santa Consustanziale ed indivisibile Trinità ad essere fedele al mio Paese ed alla democrazia, ad obbedire alla Costituzione ed alle Leggi e di svolgere con coscienza i miei compiti “

Dichiara

Che un eventuale fallimento per realizzare questi impegni sotto condizioni normali (assenza di calamità naturali o situazioni di guerra) entro tre mesi dalla assunzione di responsabilità di Governo, porterà alle DIMMISSIONI universali ed IMMEDIATE di tutti i membri della E.PA.M che tengono posizioni governativi a Parlamentari di responsabilità .

Che qualsiasi eventuale violazione di tali impegni da parte della E.PA.M implichera’ automaticamente la confessione del crimine di inganno contro gli elettori Greci da parte della leadership della E.PA.M e da parte di quelli eletti attraverso il voto, che accettano incondizionatamente l’avvio del procedimento penale contro di essi.

Che ogni contributo da parte della E.PA.M, in qualsiasi modo, alla continuazione della stessa politica di Memorandum con regime di occupazione della Patria, implichera’ che la leadership e gli eletti a scrutinio avranno commesso usurpazione del mandato popolare ed il crimine di alto tradimento, ed accettano incondizionatamente di essere perseguiti per questi reati.

In questo caso, la leadership della E.PA.M e tutti quelli eletti con essa accettano la confisca di tutti i loro beni a favore del popolo Greco, a titolo penale per la inadempienza oppure violazione dei loro impegni.

Luglio 2016

Come la Casa della 5 ° Conferenza della E.PA.M ha deliberato all’unanimità.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s